Oggi bitcoin riprende a correre e schizza sopra gli 8.000 dollari (8.081 $ al momento della scrittura), mettendosi alle spalle un periodo di consolidamento intorno ai 6.800 dollari. Non accadeva da marzo. Già ieri nello spazio di un’ora BTC aveva registrato un rialzo di circa 1.000 dollari, mentre la capitalizzazione complessiva del mercato delle criptovalute ha prima sfondato la soglia dei 300 miliardi di dollari e oggi supera i 320 miliardi.



Ma non è stato solo il bitcoin a registrare un’impennata del prezzo nelle ultime 24 ore. Fanno il boom anche le altcoin, come Ethereum (+22% a 517 $), Ripple (+24% a 0,63 $) e IOTA (+26% a 1,43 $). Da segnalare la performance di Eos, che mette a segno un +53% in sette giorni e scalza il Litecoin dalla Top 5 delle criptovalute più capitalizzate.

Sulle ragioni di questo rally analisti e osservatori non trovano un punto d’accordo. Alcune fonti ritengono che si tratti di una liquidazione di posizioni allo scoperto, in pratica un caso di short squeeze (e in effetti su exchange come Bitfinex e Bitmex le scommesse contro BTC hanno raggiunto il massimo storico).

Altri invece sostengono con la recente dichiarazione di uno studio di Blossom, una società specializzata in servizi di microfinanza per la comunità islamica, secondo cui il bitcoin sarebbe halal, ovvero conforme alla Sharia. In tal caso le criptovalute si aprirebbero a un mercato di 1,8 miliardi di potenziali investitori.

Seguici su Telegram per rimanere sempre aggiornato.



Lascia un commento